logo

La società di Trump mette di nuovo in vendita l'affitto di un hotel a Washington

Il Trump International Hotel a D.C. si trova in un edificio affittato dal governo federale. La società dell'ex presidente Donald Trump sta valutando la vendita del contratto di locazione. (Julio Cortez/AP)

DiJonathan O'Connelle Shayna Jacobs 1 giugno 2021 alle 16:56 EDT DiJonathan O'Connelle Shayna Jacobs 1 giugno 2021 alle 16:56 EDT

La società dell'ex presidente Donald Trump ha nuovamente assunto un broker per vendere il contratto di locazione al suo hotel a Washington, secondo due persone che hanno familiarità con le discussioni, un secondo tentativo di scaricare la proprietà dopo che la pandemia ha vanificato uno sforzo precedente.

La Trump Organization aveva precedentemente elencato l'hotel di Pennsylvania Avenue, nell'Old Post Office Pavilion di proprietà federale, nell'autunno del 2019. Quando il covid-19 ha colpito, molti hotel hanno chiuso completamente o parzialmente a causa di arresti del governo e la società ha ritirato la proprietà il mercato.

Ora, con Trump indagato dalla procura di New York e l'economia che inizia a decollare, la sua azienda ci riprova, assumendo la società di brokeraggio Newmark Gruppo per commercializzare il contratto di locazione, secondo le persone, che hanno parlato a condizione di anonimato per condividere discussioni commerciali private.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

I rappresentanti dell'Organizzazione Trump non hanno risposto immediatamente a una richiesta di commento. Un rappresentante di Newmark Group ha rifiutato di commentare.

L'hotel, che la società di Trump affitta dall'Amministrazione dei servizi generali, ha sofferto finanziariamente sia del pedaggio che il covid ha subito sui viaggi di lusso sia del danno che il marchio di Trump ha subito a causa della sua politica, con molti clienti liberali, aziendali e internazionali che non sono disposti a prenotare camere o eventi in hotel.

come pulire la pittura su tela

Le stanze dell'hotel erano quasi semivuote l'ultima volta che la società lo ha messo in vendita, secondo i documenti di marketing acquisiti da The DNS SO. L'anno scorso le entrate della proprietà sono diminuite del 62 percento, secondo i moduli di divulgazione del governo di Trump.

La storia continua sotto la pubblicità

La nuova proposta di vendita arriva sulla scia del procuratore distrettuale di Manhattan che convoca un gran giurì che dovrebbe decidere se incriminare l'ex presidente, altri dirigenti della sua azienda o l'azienda stessa. La mossa indica che l'indagine del procuratore distrettuale Cyrus R. Vance Jr. sull'ex presidente e sui suoi affari ha raggiunto uno stadio avanzato dopo più di due anni.

Il procuratore nell'indagine penale di Trump convoca il gran giurì per ascoltare le prove, valutare le potenziali accuse

Nel maggio 2021, David Fahrenthold di The Post ci ha detto cosa si sa – e cosa non lo è – di due indagini dello stato di New York sull'organizzazione Trump. (Luis Velarde/Il DNS SO)

come piacciono gli alberi alle cicale

Non è chiaro se l'hotel D.C. sarà un fattore nelle indagini di Vance sugli affari di Trump o in un'inchiesta correlata da parte del procuratore generale di New York Letitia James (D). La proprietà non è stata nominata come obiettivo in nessun documento pubblico relativo al caso di Vance o all'indagine di James, ma il Wall Street Journal segnalato la scorsa settimana l'ufficio di Vance sta indagando sull'hotel oltre ad altre proprietà.

Annuncio

Trump ha definito la sede del gran giurì una continuazione della più grande caccia alle streghe della storia americana.

La storia continua sotto la pubblicità

Questo è puramente politico e un affronto ai quasi 75 milioni di elettori che mi hanno sostenuto nelle elezioni presidenziali, ed è guidato da pubblici ministeri democratici altamente partigiani, ha detto l'ex presidente in una dichiarazione la scorsa settimana.

L'ufficio di Vance ha rifiutato di commentare.

Se l'hotel dovesse vendere, significherebbe probabilmente che il nome Trump scenderebbe dall'edificio, poiché gli esperti del settore affermano che un nuovo operatore probabilmente vorrebbe capitalizzare su un altro marchio di hotel per aumentare le entrate tra una fascia più ampia di clienti. Oltre alla difficoltà di raggiungere una vasta gamma di ospiti, la direzione dell'hotel non ha riaperto i posti a sedere del bar all'aperto dell'hotel per le preoccupazioni per il comfort e la sicurezza degli ospiti.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

La vendita dipenderà dal prezzo che Trump e la sua famiglia sono disposti a considerare. La Trump Organization ha investito circa 200 milioni di dollari nella ristrutturazione della proprietà, molto più di quanto altri offerenti fossero disposti a offrire, e ha preso un prestito di 170 milioni di dollari da Deutsche Bank per finanziare il progetto. L'ultima volta che è stato messo in vendita, Eric Trump, il figlio del presidente, ha affermato che la società stava cercando un prezzo di vendita di circa $ 500 milioni.

programma di sovvenzioni della banca d'america

Un altro fattore nella vendita potrebbe essere il pool di potenziali acquirenti disposti a fare affari con Trump e la sua azienda. Per mesi Trump ha diffuso falsità elettorali e prima di lasciare l'incarico, ha esortato le folle a marciare verso il Campidoglio degli Stati Uniti poco prima dell'attacco del 6 gennaio, spingendo alcune banche, studi legali, agenti immobiliari e altre società a giurare di smettere di lavorare con lui o il suo azienda in futuro.

Trump ha vinto l'accordo per rinnovare l'Old Post Office prima di essere eletto, ma l'hotel è diventato un centro di polemiche una volta entrato in carica. Trump ha continuato a possedere la sua attività mentre serviva società, governi stranieri e altri clienti con affari prima del governo degli Stati Uniti, portando ad accuse di conflitti di interesse.

David A. Fahrenthold ha contribuito a questo rapporto.