logo

I soldi del petrolio saudita potrebbero dare a Elon Musk la Tesla privata dei suoi sogni

Il CEO di Tesla, Elon Musk, ha presentato la Roadster 2 a Hawthorne, in California, nel novembre 2017. (Tesla/Reuters)

DiDavid J. Lynche Drew Harwell 13 agosto 2018 DiDavid J. Lynche Drew Harwell 13 agosto 2018

Se l'Arabia Saudita alla fine fornisce il finanziamento multimiliardario necessario per portare privata la compagnia automobilistica Tesla di Elon Musk, rappresenterebbe la mossa più audace nella campagna del regno per costruire un futuro post-petrolio.

Il Saudi Public Investment Fund (PIF), un fondo sovrano che gestisce circa 230 miliardi di dollari, è la principale fonte di finanziamento nell'ambito del piano di buyout di Musk, ha affermato l'uomo d'affari miliardario in un post sul blog lunedì.

Ovviamente, il fondo sovrano saudita ha un capitale più che sufficiente per eseguire una tale transazione, ha scritto Musk. Ho lasciato l'incontro del 31 luglio senza mettere in dubbio che un accordo con il fondo sovrano saudita potesse essere chiuso e che si trattava solo di far muovere il processo.

La storia continua sotto la pubblicità

Il fondo saudita, che secondo il principe ereditario Mohammed bin Salman diventerà il più grande del mondo,giàpossiede una piccola partecipazione in Uber e ha contribuito con 65 miliardi di dollari a fondi di private equity gestiti da Blackstone e SoftBank.

dai una mancia agli installatori di finestre?
Annuncio

Ma uno sforzo più ampio dell'Arabia Saudita per sostituire la dipendenza dai combustibili fossili e dalla spesa pubblica con un'economia produttiva e centrata sul mercato sta avanzando lentamente. La revisione economica arriva mentre la leadership saudita oscilla tra le riforme di liberalizzazione come consentire alle donne di guidare alla repressione del dissenso interno che ha scatenato un'improvvisa spaccatura con il Canada.

Poiché i prezzi del petrolio sono scesi di circa la metà rispetto ai massimi di 105 dollari al barile nel 2014, il regno ha sviluppato un piano ambizioso che includeva la vendita di azioni della compagnia petrolifera statale nella più grande offerta di azioni di sempre; sostituire le legioni di lavoratori stranieri con cittadini sauditi; attrarre investimenti esteri per alimentare la crescita futura; e la creazione di una megalopoli da 500 miliardi di dollari sul Mar Rosso chiamata Neom.

La storia continua sotto la pubblicità

Questo è un compito enorme, ha affermato Gregory Gause, capo del dipartimento degli affari internazionali presso la Texas A&M University. Il petrolio è così centrale per l'economia saudita che una riduzione significativa del suo ruolo non è qualcosa che accadrà tra un anno o due o tre. Questo è davvero un caso di decenni.

Il principe ereditario saudita affronta la battaglia reale nel corteggiare gli investitori nel regno

L'Arabia Saudita ha già provato a svezzarsi da un'economia basata sulla sua fortuna di trovarsi in cima a circa 260 miliardi di barili di petrolio, le più grandi riserve accertate del mondo. Quando i prezzi del petrolio sono scesi alla fine degli anni '90 a circa $ 12 al barile, i funzionari sauditi hanno elaborato piani per diversificare l'economia promuovendo il turismo.

Annuncio

Ma i prezzi del petrolio si sono ripresi, rimuovendo la pressione per il cambiamento, e il progresso languiva.

La storia continua sotto la pubblicità

L'attuale offerta mira a sviluppare nuove industrie nazionali che creano posti di lavoro e ad investire i proventi del petrolio del regno in iniziative come Tesla che offrono potenziali rendimenti elevati.

Questa transazione di Tesla riguarda la diversificazione delle loro fonti di entrate, ha affermato Garbis Iradian, capo economista per il Medio Oriente e il Nord Africa presso l'Institute of International Finance.

cosa fanno i cerotti per l'acne?

L'economia saudita quest'anno dovrebbe crescere di un misero 1,9%, dopo una leggera contrazione lo scorso anno, secondo il Fondo monetario internazionale.

Due anni dopo, l'economia è stata molto lenta, ha affermato Karen Young, studiosa senior residente presso l'Arab Gulf States Institute di Washington. L'economia dipende molto dalla spesa pubblica.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Poche aziende hanno catturato l'interesse pubblico inil futuro diauto elettriche proprio come Tesla. I potenti motori elettrici della Silicon Valley, le batterie a lungo raggio e la rete nazionale dei Supercharger per il rifornimento delle autoha contribuito a rivoluzionare l'industria automobilistica americana, portandoun'aura di fresco per un mercato di auto elettriche che avevalungostato superato dapiù tradizionaleauto che consumano benzina.

Tesla costruisce tre modelli in un'unica fabbrica californiana, diventando così un piccolo attore secondario nel mercato automobilistico della nazione. Ma la popolarità di Tesla - e la grandiosità di Musk - hanno contribuito a cementare l'azienda come la casa automobilistica più preziosa d'America, anche se deve ancora realizzare un profitto annuale.

Il fondo saudita, ha scritto Musk nella sua lettera di lunedì, si era ripetutamente rivolto alla società per un accordo di take-private dall'inizio del 2017.

il retinolo aiuta con l'acne?
La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

I leader dei fondi sauditi hanno incontrato Musk alla fine del mese scorso, ha detto, dopo che il fondo aveva accumulato poco meno del 5% delle azioni di Tesla, una quota del valore di circa $ 3 miliardi. I leader del fondo hanno quindi spinto a prendere la società privata, ha detto Musk, aggiungendo di aver lasciato l'incontro senza dubbio che un accordo con il fondo sovrano saudita potesse essere chiuso.

Musk ha difeso i suoi tweet la scorsa settimana - inclusa la frase finanziamento garantito - lunedì dicendo che il fondo aveva ovviamente un capitale più che sufficiente per sigillare l'accordo. Ma Musk ha aggiunto che sta ancora discutendo i piani con un certo numero di investitori esterni perché vorrebbe che la società avesse una base di azionisti diversificata.

Musk ha affermato che il fondo saudita si accollerà i costi per l'acquisizione degli azionisti e l'acquisizione di Tesla privata, che ha stimato in oltre 20 miliardi di dollari.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Musk ha stimato che gli investitori che ora detengono i due terzi delle azioni della società vorrebbero trasferire le loro partecipazioni in una Tesla di proprietà privata, riducendo la quantità di denaro che costerebbe acquistarle. Ma né Musk né la società hanno specificato come sono arrivati ​​a quella cifra, e l'obiettivo di $ 420 di Musk – circa il 18% in più rispetto all'attuale prezzo delle azioni – potrebbe rivelarsi difficile da abbandonare per gli investitori.

come pulire i getti della vasca da bagno?

È possibile che l'accordo possa costare molto più di quanto Musk si aspetti. L'acquisto di oltre 145 milioni di azioni in circolazione ora di proprietà di investitori pubblici, a $ 420 per azione, costerebbe circa $ 60 miliardi. La società ha anche circa $ 10 miliardi di debiti insoluti.

Gene Munster, socio amministratore di Loup Ventures, ha affermato di ritenere che ci fosse una probabilità superiore al 50% che Tesla sia privata in un anno.

All'interno della fabbrica Tesla: bruciare denaro e cercare di non esaurirsi

Ma la sola voce pubblica dietro l'interesse del fondo saudita in Tesla, finora, è stata quella di Musk. Il fondo saudita non ha commentato se ha discusso il piano con Musk o anche se ha interesse. Due persone che conoscono le finanze del fondo saudita ha detto al Wall Street Journal che dubitano del potenziale accordo e che il fondo stava già lottando per coprire i suoi investimenti attuali.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Le azioni della società sono aumentate di meno dell'1% lunedì, a $ 356,41.

Musk, il principale azionista della società con una quota del 20%, ha affermato di aver parlato con alcuni dei maggiori azionisti della società per valutare se avessero la capacità e il desiderio di rimanere investitori in una Tesla privata. I principali azionisti di Tesla includono i giganti della gestione patrimoniale Baillie Gifford, Fidelity e T. Rowe Price.

Il consiglio di amministrazione di Tesla ha dichiarato la scorsa settimana che stava discutendo la proposta di Musk e non ha fornito dettagli su finanziamenti o investitori. Musk ha detto di aver spiegato al consiglio perché andare in privato potrebbe essere nell'interesse a lungo termine di Tesla.

Gli investigatori dell'ufficio di San Francisco della Securities and Exchange Commission hanno chiesto a Tesla la scorsa settimana una prova del finanziamento garantito e maggiori dettagli sui tweet di Musk, secondo una persona informata sull'inchiesta. L'agenzia ha rifiutato di commentare.

come risolvere il diradamento dei capelli
La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Musk ha incoraggiato gli investitori a mantenere le proprie azioni, il che ridurrebbe il costo per acquistarle, ma non è chiaro esattamente come se la caveranno gli azionisti più piccoli in una Tesla privata e la società ha offerto pochi dettagli.

Musk ha affermato che gli attuali investitori potrebbero detenere azioni in un veicolo speciale simile a quello utilizzato dalla sua compagnia missilistica SpaceX, in cui dipendenti e investitori esterni possono acquistare o vendere privatamente azioni solo durante alcuni periodi controllati dall'azienda alcune volte all'anno.

Le regole della SEC richiedono che le società private con più di 300 azionisti presentino comunque rapporti regolari, una delle richieste di divulgazione pubblica che probabilmente hanno spinto Musk a esplorare l'idea di diventare private in primo luogo.

Il principe Mohammed, il 32enne che guida il fondo saudita, ha mostrato interesse per accordi tecnologici appariscenti, incluso l'annuncio di un investimento di $ 1 miliardo l'anno scorso nel lavoro del fondatore del Virgin Group Richard Branson nel volo spaziale privato.

Il principe ereditarioe la delegazione sauditaha visitato la Silicon Valley questa primavera dopo un tour di più settimane negli Stati Uniti, durante il quale ha incontrato Branson, l'amministratore delegato di Apple Tim Cook e l'amministratore delegato di Google Sundar Pichai.