logo

Una volta in crisi, la città dell'Ecuador ora aiuta gli altri a combattere il virus

FILE - In questa foto di file del 14 aprile 2020, una famiglia aspetta fuori casa per ricevere le dispense di cibo dal governo locale, nel quartiere Cristo del Consuelo di Guayaquil, in Ecuador. A marzo e aprile, Guayaquil era un inferno pandemico di obitori improvvisati, centinaia di morti in casa, corpi lasciati in strada. Ma Guayaquil si è stabilizzata da allora, inviando squadre mediche e attrezzature altrove in Ecuador e accogliendo pazienti affetti da virus da fuori città. (Angel de Jesus, File/Associated Press)

DiCristoforo Torchia | AP 6 agosto 2020 DiCristoforo Torchia | AP 6 agosto 2020

CITTÀ DEL MESSICO — La più grande città dell'Ecuador, Guayaquil, era un inferno pandemico di obitori improvvisati, centinaia di morti in casa, corpi lasciati per strada.

credito d'imposta per bambini 2021

Questo è successo a marzo e aprile, quando il centro economico del paese sulla costa del Pacifico ha sofferto tanto quanto qualsiasi altra parte del mondo a causa del nuovo coronavirus e della malattia che provoca, il COVID-19. Guayaquil in seguito si è stabilizzata, inviando squadre mediche e attrezzature altrove in Ecuador e accogliendo pazienti affetti da virus da fuori città.

I funzionari di Guayaquil attribuiscono in parte la svolta a un rigoroso isolamento e all'adattabilità di una popolazione che, nel corso della storia, ha sopportato epidemie di malaria, febbre gialla, dengue e peste bubbonica in un luogo il cui clima tropicale, i quartieri affollati e l'esposizione ai viaggiatori stranieri sembravano orientati per infezione.

La storia continua sotto la pubblicità

Alcuni esperti medici mettono in guardia dal vedere Guayaquil come un modello per gli altri, anche se le autorità si sono adattate bene dopo essere state inizialmente sopraffatte.

Annuncio

Il contagio è stato così massiccio, così rapido e così tante persone sono morte, che il numero di persone particolarmente vulnerabili al coronavirus a Guayaquil è molto più basso oggi, ha affermato il dott. Esteban Ortiz, direttore della ricerca di un programma sanitario presso l'Universidad de las Américas a Quito, capitale dell'Ecuador.

Inoltre, ha affermato Ortiz, l'uso e l'implementazione più rigorosi di maschere respiratorie, maschere facciali, schermi facciali, distanza sociale e lavaggio delle mani hanno rallentato il contagio.

Finora, il ministero della salute dell'Ecuador elenca più di 1.600 morti per COVID-19 nella provincia di Guayas, che include Guayaquil. È quasi un terzo del bilancio ufficiale delle vittime della malattia a livello nazionale, una cifra ampiamente riconosciuta come sottostimata.

La storia continua sotto la pubblicità

Altri dati di Guayaquil indicano che il numero di decessi giornalieri registrati in alcune parti di marzo e aprile è stato di centinaia in più rispetto agli stessi giorni degli anni passati, suggerendo che molti erano legati al coronavirus. Migliaia sicuramente sono morte di COVID-19 nella città di 2,7 milioni e alcuni parenti non sanno ancora esattamente dove furono sepolti i loro morti in quel periodo caotico.

di cosa è fatta la stevia?
Annuncio

Guayaquil promette di punire chiunque violi le linee guida sanitarie. La città avverte di multe di $ 60 per le persone che non indossano maschere sui mezzi pubblici e gli autisti di autobus che lasciano viaggiare i passeggeri senza maschere possono ricevere multe di $ 200 e punti agganciati dalle loro licenze.

Hotel e ristoranti non possono ospitare feste. Fuori gli incontri per battesimi e matrimoni. La spiaggia di Veradero della città rimane chiusa mentre le spiagge si aprono in altre parti dell'Ecuador.

La storia continua sotto la pubblicità

La città aiuta i cittadini con dispense alimentari e ambulatori mobili. Il settore privato è stato coinvolto negli sforzi di aiuto. Le autorità sanitarie militari e nazionali hanno assistito, anche se i funzionari municipali affermano che il governo di Quito è rimasto indietro nel fornire risorse e condividere informazioni.

Dato il tremendo fardello che Guayaquil ha sentito durante marzo e aprile, credo che abbiano imparato molto, sia dai loro successi che dalle loro carenze, ha affermato Bernardo Gutiérrez, ricercatore presso l'Universidad San Francisco de Quito. Ha scritto in una e-mail all'Associated Press che i meriti di Guayaquil risiedono specificamente nei loro sforzi per organizzare e coordinare gli sforzi tra il governo locale e diversi attori civili per attuare misure sanitarie.

Annuncio

Ma Gutiérrez ha affermato che non vi è alcuna garanzia che i particolari protocolli di Guayaquil funzioneranno altrove a causa dell'imprevedibilità di qualsiasi epidemia e del fatto che la situazione specifica di una città sarà molto diversa dalle altre.

propecia femminile prima e dopo
La storia continua sotto la pubblicità

Con l'attenuarsi della crisi, Guayaquil ha inviato medici in diverse aree tra cui Quito, che sta vivendo la propria ondata di COVID-19. Guayaquil ha accettato pazienti affetti da virus da altre regioni, al punto che il sindaco Cynthia Viteri, lei stessa guarita da un caso lieve di COVID-19, ha avvertito che i posti letto disponibili in terapia intensiva sono di nuovo scarsi.

Il 25 luglio Viteri ha segnato la fondazione di Guayaquil da parte dei colonizzatori spagnoli nel XVI secolo con un discorso emozionante sulla collina del Carmen, che domina la città.

Siamo stati semplicemente lasciati al nostro destino al culmine della pandemia, ha detto. Ma, ha detto il sindaco, i residenti di Guayaquil si sono rialzati.

Il gruppetto di invitati - mascherati, con le sedie ben distanziate - applaudì.

Copyright 2020 The Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.