logo

LA SEGRETARIA DEL JFK EVELYN LINCOLN E' MORITA ALL'ETA' DI 85

Evelyn Norton Lincoln, 85 anni, segretaria personale del presidente John F. Kennedy, è morta l'11 maggio al Georgetown University Hospital per complicazioni dopo un intervento chirurgico per cancro. La signora Lincoln, ricoverata in ospedale dal 2 aprile, viveva a Chevy Chase.

Era la segretaria personale di Kennedy dal gennaio 1953, quando iniziò il suo primo mandato al Senato, fino alla sua morte il 22 novembre 1963. Era una delle poche persone a sapere che Kennedy registrava segretamente le conversazioni nello Studio Ovale, e quando fatto noto all'inizio degli anni '80, lo difese valorosamente.

'Non c'era nessun motivo sinistro da parte del presidente per ottenere informazioni su qualcuno per ricattarlo, o altro. Era solo una registrazione degli eventi', ha detto a The DNS SO in un'intervista nel 1982.

La signora Lincoln è nata in una fattoria del Nebraska. Suo padre, John N. Norton, era un membro della Camera dei rappresentanti. Arrivò a Washington nel 1930 con suo marito, Harold W. Lincoln, e i due si dedicarono alla politica. Si è laureata alla George Washington University, dove si è specializzata in inglese e teatro. Ha anche frequentato la scuola di legge di George Washington per due anni.

Nel 1951, stava lavorando per un rappresentante degli Stati Uniti dalla Georgia quando identificò Kennedy, un giovane rappresentante del Massachusetts, come una stella cadente e decise di fare volontariato nel suo ufficio.

Quando Kennedy ha vinto il suo seggio al Senato, le è stato offerto il lavoro come sua segretaria personale. Quando si trasferì alla Casa Bianca nel 1961, lei andò d'accordo. E lei era lì a Dallas nel 1963 quando fu assassinato.

La signora Lincoln ha tenuto un diario per tutto il tempo e, sebbene abbia pubblicato frammenti nei suoi libri, il diario stesso è rimasto segreto. Ha detto a un intervistatore nel 1982 che lo avrebbe reso pubblico solo dopo la sua morte.

Alla domanda se ci fossero delle bombe nel diario, ha detto: 'Oh, penso che forse ce ne sarebbero. Alcune delle cose che sono state dette su altre persone.'

Ha detto che ha pensato di lasciare il servizio di Kennedy solo una volta. Era al Senato, quando passava metà del suo tempo a controllare le chiamate di giovani donne che volevano incontrarlo.

'Era affascinante. Aveva un carattere irlandese e quando le cose non andavano bene, te lo raccontava', ha detto al Post.

In un'altra intervista, la signora Lincoln ha parlato della prenotazione di appuntamenti per Kennedy con le sue amiche.

Dopo la morte di Kennedy, lavorò alle sue carte personali, molte delle quali si trovano nella John F. Kennedy Library di Boston e negli Archivi Nazionali di Washington.

Ha anche lavorato per il rappresentante James Kee (D-W.Va.) dal 1967 al 1973.

La signora Lincoln ha scritto due libri di successo, 'I miei 12 anni con John F. Kennedy' e 'Kennedy e Johnson'.

Era nota per aver visitato la tomba di Kennedy al cimitero nazionale di Arlington ogni anno nell'anniversario della sua morte. Nel 1988, nel 25esimo anniversario, andò da sola alla tomba e depose tre rose rosse vicino alla sua fiamma eterna.

'Vengo sempre. Non ne ho perso uno. Sento che dovrei onorarlo. È il minimo che possa fare», disse allora la signora Lincoln.

Ha detto che 'non darebbe nulla' per l'esperienza di lavorare alla Casa Bianca con Kennedy. 'Ecco perché sono grata e vengo alla tomba per ringraziarlo', ha detto.

I sopravvissuti includono suo marito di 64 anni, che vive a Chevy Chase. DIDASCALIA: EVELYN NORTON LINCOLN