logo

L'iperpigmentazione è un problema comune della pelle. Ecco cosa puoi fare al riguardo.

(otturatore)

DiJanna Mandell 21 giugno 2021 alle 8:00 EDT DiJanna Mandell 21 giugno 2021 alle 8:00 EDT

Donna Gould, una studentessa di estetica di 43 anni a Cocoa Beach, in Florida, non riesce a ricordare un momento in cui morsi e graffi di insetti non la lasciassero con macchie scure sulla pelle. Pensavo solo di essere un guaritore lento.

la frutta fa bene
Suggerimenti per iniziare e ottenere il massimo dalla terapiaFreccia Destra

Dieci anni fa, Gould ha finalmente chiesto a un medico delle macchie, pensando che provenissero da una carenza di vitamine. Il dottore mi ha detto che il mio tipo di pelle è incline all'iperpigmentazione, ha detto Gould, e che le macchie erano il mio aumento della melanina che reagiva all'infiammazione.

Iperpigmentazione è un termine generico usato per definire condizioni comuni della pelle, tra cui iperpigmentazione post-infiammatoria (PIH), melasma e macchie solari, in cui chiazze di pelle diventano più scure dell'area circostante. L'oscuramento della pelle deriva da un eccesso di melanina - il pigmento naturale che determina il colore della pelle, dei capelli e degli occhi - e compare frequentemente su viso, mani e altre parti del corpo regolarmente esposte alla luce solare.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

I fattori scatenanti comuni dell'iperpigmentazione includono l'esposizione ai raggi UV, il calore (per il melasma), i cambiamenti ormonali e l'assunzione di alcuni farmaci, come i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) e le tetracicline. Sebbene di solito venga trattata localmente a casa, la maggior parte dell'iperpigmentazione può essere trattata anche in studio con peeling chimici; solo alcuni casi lievi possono essere trattati con i laser, perché la luce e l'infiammazione possono innescare una maggiore iperpigmentazione.

La maggior parte delle forme di iperpigmentazione non sono cancerose, secondo Josh disegnatore , un dermatologo con sede a New York e direttore della ricerca cosmetica e clinica in dermatologia presso il Mount Sinai Hospital. Tuttavia, ha aggiunto, se noti una macchia scura nuova o mutevole sulla tua pelle, dovresti sempre contattare il tuo dermatologo per una valutazione.

Nel caso di Gould, le macchie scure erano il risultato di PIH, in cui l'infiammazione della pelle (causata da acne, punture di insetti, graffi, tagli, eczema, psoriasi o dermatite) provoca segni scuri.

La PIH è più diffusa e più grave nelle persone che hanno tonalità della pelle da medie a scure, come Gould, che ha la carnagione olivastra ed è un 4 sulla scala Fitzpatrick, un sistema di classificazione che misura la quantità di pigmento nella pelle, che va da 1 (avorio) a 6 (marrone più scuro). La condizione deriva dalla sovrapproduzione di melanina o da una dispersione irregolare del pigmento dopo l'infiammazione e può essere aggravata dal prelievo, dai graffi o dallo sfregamento nel sito.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Il modo migliore per pensare all'iperpigmentazione post-infiammatoria, o PIH, è che chiunque abbia la pelle di colore lo otterrà. Non c'è modo di evitarlo, disse Speranza Mitchell , un dermatologo con sede a Perrysburg, Ohio. La profondità o lo spessore dell'iperpigmentazione o l'oscurità dell'iperpigmentazione, ha detto, dipenderanno dall'infiammazione. Quindi, se confronti due persone con tonalità della pelle simili che sono state morse da un insetto, quella che ha graffiato e sfregato di più avrà una successiva iperpigmentazione più scura, rispetto a quella che l'ha lasciata in pace.

Mitchell ha detto che alcuni pazienti vengono a vederla perché sono preoccupati per l'iperpigmentazione piuttosto che per la condizione infiammatoria sottostante: non vanno nell'ufficio di un dermatologo per curare la loro acne; sono lì per trattare il loro tono della pelle irregolare. L'istruzione, ha detto, è la chiave. I dermatologi devono insegnare ai loro pazienti a trattare prima la condizione primaria.

La PIH non è l'unica forma di iperpigmentazione che Gould ha. Quando era piccola, lei e la sua famiglia trascorrevano molti fine settimana in spiaggia, il che la lasciava con macchie solari indotte dal sole (note anche come macchie di fegato o lentiggini solari) sul petto.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

E due anni fa, ha notato un pigmento scuro sopra il labbro, che il suo dermatologo le ha detto che era melasma, una forma cronica di iperpigmentazione che di solito si osserva nelle donne e può essere innescata dall'esposizione ai raggi UV, dal calore, dalla genetica e da condizioni ormonali come la gravidanza. , menopausa e uso di pillole anticoncezionali. Spesso indicato come la maschera della gravidanza, il melasma di solito si presenta sul viso (sebbene possa colpire qualsiasi area esposta alla luce) e può svanire dopo il parto o la cessazione dell'uso di contraccettivi orali.

L'iperpigmentazione di Gould, in particolare il suo melasma, è innescata dall'esposizione al sole e, sfortunatamente, ora vive in Florida dove, ha detto, camminare verso la cassetta della posta è troppo sole. Ma anche se ha evitato a tutti i costi la vita all'aria aperta, secondo il dermatologo cosmetico e procedurale di Dallas DiAnne Davis , potrebbe non lasciarla senza melasma. Può sicuramente raggiungerti di soppiatto, attraverso la luce visibile delle lampadine, dello schermo del computer e del cellulare.

Il melasma è difficile da controllare, ha affermato il dermatologo e psichiatra di New York Evan Rieder. Se hai il melasma e sei bravo a evitare il caldo e il sole per 364 giorni all'anno, bastano 30 minuti in spiaggia per annullare tutto quel duro lavoro, ha detto, quindi è davvero una condizione difficile da affrontare.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Tutti gli esperti hanno concordato che la protezione solare ad ampio spettro è lo strumento più importante per prevenire lo sviluppo di un'ulteriore iperpigmentazione nel melasma e nelle macchie solari. E mentre il trattamento numero uno per la PIH affronterà sicuramente la causa primaria dell'infiammazione, ha detto Davis, il trattamento secondario è la crema solare per ridurre al minimo l'ulteriore iperpigmentazione.

La protezione solare può essere una vendita difficile, tuttavia. È decisamente più difficile per i miei pazienti più scuri credere all'hype sul perché dovrebbero usare la protezione solare, ha detto tiffany argilla , un dermatologo ad Atlanta. Crescendo generazionalmente, senti 'Black not crack' o che 'abbiamo una protezione solare integrata', ha detto. Tuttavia, una volta che i suoi pazienti con iperpigmentazione trovano una crema solare che gli piace e iniziano a usarla regolarmente, ha detto, sono contenti del loro tono della pelle più uniforme.

muffa o muffa sotto la doccia

In caso di melasma, Zeichner consiglia filtri solari minerali colorati come EltaMD UV Physical Broad-Spectrum SPF 41, perché contengono pigmenti a base di ossido di ferro (usati per nascondere il bianco dei bloccanti UV), che hanno dimostrato di avere effetti terapeutici perché bloccano l'esposizione alla luce visibile.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Mentre la protezione solare è la prima linea di difesa contro l'attivazione o il peggioramento dell'iperpigmentazione, l'applicazione di antiossidanti come la vitamina C topica può aiutare a trattare l'iperpigmentazione esistente e prevenire la formazione di nuova iperpigmentazione, hanno affermato gli esperti.

Zeichner consiglia ai suoi pazienti con tutti i tipi di iperpigmentazione di applicare un siero topico alla vitamina C come Skinceuticals C E Ferulic o BeautyStat Universal C Skin Refiner sotto la protezione solare ogni mattina: la vitamina C è il tuo ingrediente ideale se hai l'iperpigmentazione. Un vero multi-tasker, protegge la pelle dalla luce UV e dai danni dei radicali liberi e blocca la produzione di pigmentazione anormale, ha detto.

La cura della pelle notturna per tutte le iperpigmentazioni riguarda l'idratazione, la riparazione e l'accelerazione del ricambio cellulare, secondo Zeichner, che può essere fatto con idrossiacidi come l'acido glicolico o che sto attualmente usando AlphaRet Crema Notte , che combina un retinoide con acido lattico (un alfa idrossiacido). Zeichner ha detto che gli piace anche PCA Skin Clearskin Moisturizer con niacinamide e vitamina A e the Stagni ringiovanimento perché è conveniente e contiene vitamina B3 schiarente e un complesso di retinolo.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Non si può parlare di trattamenti per l'iperpigmentazione senza menzionare l'idrochinone - un controverso agente depigmentante che può schiarire le macchie scure sulla pelle - che è stato usato per più di 40 anni per trattare l'iperpigmentazione. L'ingrediente, che era disponibile senza prescrizione medica in una concentrazione fino al 2%, è stato vietato dalla Food and Drug Administration nelle vendite da banco nel settembre 2020.

L'azione della FDA è stata sollecitata da uno studio - in cui ai ratti è stato somministrato idrochinone per via orale - che ha scoperto che l'ingrediente è un potenziale cancerogeno. Un'altra preoccupazione era l'uso eccessivo che può portare a irritazione della pelle, effetti di rimbalzo e potenzialmente una rara condizione della pelle chiamata esogena guardosi .

Clay ha detto che riceve molte richieste di prescrizioni di idrochinone dai suoi pazienti perché i loro parenti lo giuravano, ed era così facilmente disponibile. La gente pensa che perché le loro zie l'hanno consigliato e potrebbero prenderlo dal negozio di prodotti di bellezza, ovviamente non può far loro del male. Clay cerca di educare i pazienti che ci sono ingredienti alternativi all'idrochinone come cispera , acido azelaico e acido cogico . Voglio che i pazienti sappiano che, sì, l'idrochinone usato correttamente è vantaggioso, ma ci sono anche queste alternative che non comportano gli stessi potenziali effetti collaterali.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Gould ha visto il più grande miglioramento nella sua pelle dall'idrochinone, ma attualmente si sta prendendo una pausa di tre mesi da esso. Nonostante i risultati positivi, ha detto, non è mai abbastanza. Vedere un miglioramento nella mia iperpigmentazione è stato un processo lento, quindi a volte può essere frustrante e un po' deprimente.

Janna Mandell è una giornalista con sede a San Francisco che si occupa dell'industria della bellezza.

Di più da Benessere

L'esfoliazione non è necessaria. Ma se lo fai, segui i consigli di questi dermatologi.

Rulli di giada: cura miracolosa contro le rughe o finzione inutile (ma carina)?

I retinoidi rimangono il gold standard per combattere l'acne e le rughe. Ecco cosa dovresti sapere.

CommentoCommenti GiftOutline Articolo regalo Caricamento...