logo

Agente dell'FBI che ha detto 'fermeremo' Trump dal diventare presidente scortato dall'edificio, anche se rimane un impiegato dell'ufficio

L'ispettore generale del Dipartimento di Giustizia Michael Horowitz testimonia davanti al Congresso il 19 giugno 2018. Horowitz ha scoperto un messaggio di testo dell'agosto 2016 in cui l'agente dell'FBI Peter Strzok ha detto a un avvocato dell'FBI che impediremo a Trump di arrivare alla Casa Bianca. (Manuel Balce Ceneta/AP)

quali stati stanno tagliando la disoccupazione?
DiMatt Zapotosky 19 giugno 2018 DiMatt Zapotosky 19 giugno 2018

L'agente dell'FBI che è stato rimosso dall'indagine del consulente speciale per l'invio di messaggi anti-Trump è stato scortato dall'edificio dell'FBI venerdì ed efficacemente sollevato dalle responsabilità lavorative, anche se tecnicamente rimane un agente dell'FBI, ha detto il suo avvocato.

Peter Strzok era già stato riassegnato alla divisione delle risorse umane dell'FBI dopo essere stato rimosso dalla squadra del consigliere speciale Robert S. Mueller III, anche se la mossa della scorsa settimana lo ha effettivamente tolto anche quell'incarico. La mossa ha informato Strzok che l'FBI intende licenziarlo, sebbene abbia il diritto di presentare ricorso che probabilmente ritarderà tale azione.

Il suo avvocato, Aitan Goelman, ha dichiarato in una dichiarazione che Strzok è stato sottoposto a un processo altamente discutibile e che il pubblico dovrebbe preoccuparsi di come la politica sia stata autorizzata a minare il giusto processo e le protezioni legali dovute a qualcuno che ha servito il suo paese per così tanto tempo.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Il senatore John Kennedy (R-La.) il 18 giugno ha letto alcuni degli scambi tra il personale dell'FBI che lavorava alle indagini sul server di posta elettronica privato di Hillary Clinton. (Reuters)

Pete ha sempre rispettato le regole e rispettato il processo, eppure continua a essere bersaglio di attacchi personali infondati, giochi politici e fughe di informazioni inappropriate, ha affermato Goelman. Tutto ciò mette seriamente in discussione l'imparzialità del procedimento disciplinare, che appare ormai viziato dall'influenza politica.

L'agente dell'FBI rimosso dall'indagine in Russia per i testi anti-Trump dice che è disposto a testimoniare davanti al Congresso

Strzok è stata una figura chiave in due delle indagini più importanti dell'FBI: l'indagine sull'uso da parte di Hillary Clinton di un server di posta elettronica privato e l'esame separato del fatto che la campagna del presidente Trump si sia coordinata con la Russia per influenzare le elezioni del 2016. Strzok è stato al centro di un recente rapporto dell'ispettore generale del Dipartimento di Giustizia che ha scoperto un messaggio di testo dell'agosto 2016 in cui Strzok ha detto a un avvocato dell'FBI, Lisa Page, che impediremo a Trump di arrivare alla Casa Bianca.

L'ispettore generale ha anche suggerito che il pregiudizio di Strzok potrebbe aver avuto un ruolo nel fatto che l'FBI non abbia agito rapidamente nell'autunno 2016 per dare seguito a una nuova pista relativa al caso di posta elettronica di Clinton. I risultati dell'ispettore generale sono stati trasmessi all'Ufficio per la responsabilità professionale dell'FBI per determinare se Strzok e gli altri dipendenti debbano affrontare la disciplina.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Un portavoce dell'FBI ha rifiutato di commentare.

costo della moquette da parete a parete

Mueller aveva rimosso Strzok dalle indagini su un possibile coordinamento Trump-Russia dopo essere stato messo a conoscenza dei testi anti-Trump, e Strzok era stato quindi riassegnato alle risorse umane. Page, che era stata assegnata anche alla squadra di Mueller, era partita poche settimane prima che Strzok venisse riassegnato, e quest'anno si è dimessa dall'FBI.

Strzok e Page avevano avuto una relazione romantica e si sono scambiati decine di migliaia di messaggi di testo su un'ampia gamma di argomenti politici e legati al lavoro. La maggior parte di quei messaggi, compresi i loro sentimenti anti-Trump, erano pubblici da tempo, ma le scoperte dell'ispettore generale hanno riacceso la controversia che circonda i due.

La storia continua sotto la pubblicità

L'ispettore generale, indicando in particolare lo scambio in cui Strzok ha detto a Page che impediremo a Trump di diventare presidente, ha affermato di aver mostrato la volontà di intraprendere azioni ufficiali per incidere sulle prospettive elettorali di un candidato presidenziale.

Annuncio

L'ispettore generale Michael E. Horowitz ha testimoniato a Capitol Hill che ha trovato la condotta profondamente preoccupante e antitetica ai valori fondamentali dell'FBI e del Dipartimento di Giustizia. Il direttore dell'FBI Christopher A. Wray ha detto ai legislatori che l'Ufficio per la responsabilità professionale avrebbe seguito il suo processo in modo equo ma senza indugio.

Non esiteremo a ritenere le persone responsabili, ha detto.

Goelman ha detto in una precedente intervista che Strzok contesta che sarebbe stato disposto a usare la sua posizione ufficiale per ferire Trump, osservando che se avesse voluto, avrebbe potuto far trapelare che c'era un'indagine sulla campagna di Trump prima delle elezioni. Ha detto che Strzok sarebbe disposto a comparire a Capitol Hill e rispondere alle domande senza immunità e lo farebbe anche se licenziato dall'FBI.