logo

Cracker Barrel risolve cause legali

Cracker Barrel ha accettato di pagare 8,7 milioni di dollari per risolvere le cause che accusavano la catena di ristoranti di segregare i clienti neri, sottoponendoli a insulti razziali e dando ai lavoratori neri posti di lavoro inferiori.

'La questione è stata risolta con soddisfazione di tutti e le parti sono ora pronte ad andare avanti', ha dichiarato giovedì Donald M. Turner, presidente e direttore operativo della catena. 'Cracker Barrel è molto soddisfatto di questo accordo.'

David Sanford, un avvocato dei querelanti, ha affermato che l'accordo 'rappresenta una buona chiusura di un brutto periodo'.

Almeno 42 querelanti, inclusa la National Association for the Advancement of Colored People, erano rappresentati nelle cause legali dei clienti che sostenevano nel 2002 che la società, con sede in Libano, Tennessee, negava il servizio ai clienti neri e li faceva sedere in parti designate del ristorante, come le sezioni fumatori. I querelanti in 16 stati hanno anche affermato di essere stati sottoposti a insulti razziali e di aver servito cibo preso dalla spazzatura, mentre la direzione di Cracker Barrel ha ignorato o condonato tali azioni.

antibiotici 3 volte al giorno

Non vi era alcun riconoscimento esplicito di illecito nell'annuncio di un paragrafo dell'accordo concordato tra la società e i querelanti.

Julie Davis, una portavoce di Cracker Barrel, ha contestato una delle accuse più gravi - che ai neri veniva servito cibo preso dalla spazzatura - dicendo che gli avvocati dei querelanti non potevano produrre un testimone per sostenere tale accusa.

Un'altra serie di azioni legali coperte dall'accordo è stata intentata nel 1999 da una dozzina di dipendenti neri, che hanno affermato di essere stati separati dai lavoratori bianchi e generalmente hanno ricevuto lavori 'dietro casa' come cuoco e lavapiatti.

Il rapporto sugli utili del quarto trimestre della società includeva un addebito di 3,3 milioni di dollari (7 centesimi per azione) per i costi associati agli accordi.

Giovedì, le azioni della società madre della catena di ristoranti, CBRL Group Inc., sono aumentate di $ 2,61, o dell'8%, per chiudere a $ 35,08 sul mercato azionario del Nasdaq.

L'accordo arriva quattro mesi dopo che la società ha risolto una causa del Dipartimento di Giustizia che accusava Cracker Barrel di simili richieste di discriminazione in dozzine di ristoranti, principalmente nel sud.

Gli investigatori federali hanno scoperto che i clienti neri in molti dei ristoranti erano seduti in aree separate dai clienti bianchi, spesso ricevevano un servizio scadente e spesso venivano costretti ad aspettare più a lungo per i tavoli. Anche i neri che si sono lamentati del servizio scadente sono stati trattati meno favorevolmente dei bianchi, ha affermato il Dipartimento di Giustizia.

All'epoca, Cracker Barrel accettò una serie di modifiche operative ma non riconobbe alcun illecito e non pagò multe o sanzioni.

'La vera spinta morale della causa era quella di far cambiare politica a Cracker Barrel', ha detto Sanford, che rappresentava i 42 querelanti originali. 'Il Dipartimento di Giustizia è stato in grado di farlo.

'L'accordo ora, per quanto riguarda i querelanti, ha a che fare con un accordo [monetario]'.

Cracker Barrel gestisce 505 ristoranti, che offrono 'cucina di campagna', in 41 stati.

commestibili che ti fanno venire fame

Nel suo rapporto sugli utili, la società ha affermato che l'utile netto per il trimestre conclusosi il 30 luglio è stato di $ 29,9 milioni (60 centesimi per azione), in calo rispetto a $ 35,5 milioni (70 centesimi) un anno fa. Senza l'addebito speciale per la risoluzione della causa, i guadagni sono stati di un centesimo sopra i 66 centesimi per azione previsti dagli analisti intervistati da Thomson First Call.

Per l'anno, l'utile di Cracker Barrel è stato di 113,3 milioni di dollari (2,25 dollari), in aumento rispetto ai 106,6 milioni di dollari (2,09 dollari) dello scorso anno.