logo

Il capitano è stupito che la sua nave abbia consegnato esplosivo a Beirut

Boris Prokoshev, un capitano di mare posa per una foto dopo la sua intervista con l'Associated Press fuori Sochi, Russia, giovedì 6 agosto 2020. Quando Boris Prokoshev, un capitano di mare che trascorre i suoi anni in pensione in un villaggio della Russia meridionale, si è svegliato e ha trovato un'e-mail che diceva che una nave che una volta comandava aveva trasportato il nitrato di ammonio che è esploso in modo devastante a Beirut, è rimasto sbalordito. Le 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio che sono esplose martedì nel porto di Beirut non avrebbero dovuto essere affatto in Libano. Era diretto dal Mar Nero per il Mozambico, ma fece una deviazione non programmata a Beirut e non se ne andò mai. (Kirill Lemekh/Associated Press)

DiDaria Litvinova | UN? 6 agosto 2020 DiDaria Litvinova | UN? 6 agosto 2020

MOSCA — Quando Boris Prokoshev, un ex capitano di mare che trascorreva gli anni della pensione in un villaggio russo, si è svegliato e ha trovato un'e-mail che diceva che una nave che un tempo comandava aveva trasportato il nitrato di ammonio che ha fatto esplodere aree di Beirut, è rimasto sbalordito.

Non ho capito niente, ha detto giovedì all'Associated Press da Verkhnee Bu, 1300 chilometri (800 miglia) a sud di Mosca.

L'e-mail proveniva da un giornalista, ha detto, e intitolata con il nome della MV Rhosus, che aveva capitanato in un viaggio per il quale non era mai stato pagato.

Ho aperto la mia casella di posta e ho visto una lettera sul Rhosus; Pensavo che forse mi stessero mandando soldi, il mio stipendio, disse.

Le 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio che sono esplose martedì nel porto di Beirut - uccidendo 135 persone, ferendone più di 5.000 e causando una vasta distruzione - non avrebbero dovuto essere affatto in Libano. Quando la Rhosus salpò dal porto georgiano di Batumi, sul Mar Nero, era diretta al porto mozambicano di Beira.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

Ma ha fatto una deviazione non programmata a Beirut poiché l'armatore russo stava lottando con i debiti e sperava di guadagnare qualche soldo extra in Libano.

Igor Grechushkin, un uomo d'affari russo residente a Cipro, ha acquistato la nave mercantile nel 2012 dall'uomo d'affari cipriota Charalambos Manoli. Grechushkin è stato interrogato dalla polizia su richiesta dell'ufficio libanese dell'Interpol, ha detto il portavoce della polizia cipriota Christos Andreou, ma non è stato arrestato.

Prokoshev, che ora ha 70 anni, ha dichiarato di essere entrato a far parte della nave in Turchia nel 2013, dopo che il precedente equipaggio si era dimesso per stipendi non pagati. Grechushkin, che risiede a Cipro, è stato pagato $ 1 milione per trasportare il carico pericoloso dalla Georgia al Mozambico, ha detto l'ex capitano.

La storia continua sotto la pubblicità

Le sostanze chimiche dovevano essere consegnate alla Mozambique Explosives Factory, la società di maggioranza della società portoghese di esplosivi Moura Silva e Filhos.

Annuncio

L'importazione di nitrato di ammonio è comune in Mozambico, sia per produrre fertilizzanti che per l'uso come esplosivo nelle cave e nelle fosse di carbone.

La nave ha fatto tappa a Beirut per cercare di guadagnare denaro extra imbarcandosi su diversi pezzi di macchinari pesanti. Ma quel carico aggiuntivo si rivelò troppo pesante per la Rhosus e l'equipaggio si rifiutò di imbarcarlo. Il Rhosus fu presto sequestrato dalle autorità libanesi per non aver pagato le tasse portuali e non lasciò mai più il porto.

Prokoshev e altri tre membri dell'equipaggio sono stati costretti a rimanere a bordo a causa delle restrizioni sull'immigrazione. L'ex capitano ha detto che sono rimasti bloccati sulla nave per 11 mesi, con cibo e altre scorte in esaurimento. Ha detto che Grechushkin li ha abbandonati senza pagare il salario o il debito che aveva con il porto.

La storia continua sotto la pubblicità

Ha detto che il porto di Beirut ha fornito loro cibo per pietà.

Annuncio

Ad un certo punto ha venduto parte del carburante e ha usato il denaro per assumere avvocati, che hanno rilasciato l'equipaggio per motivi compassionevoli nel 2014. La domanda alla corte ha sottolineato il pericolo imminente che l'equipaggio stava affrontando data la natura 'pericolosa' del carico , gli avvocati hanno scritto in un articolo del 2015 pubblicato da shiparrested.com, un sito web che fornisce informazioni sugli arresti e sui rilasci delle navi.

Il carico è stato trasferito in un magazzino portuale solo dopo che l'equipaggio è sbarcato ed è tornato in Ucraina nel 2014, ha detto Prokoshev. È rimasto lì da allora, fino a quando non è esplosa martedì.

Secondo il capitano, la nave affondò diversi anni dopo la loro partenza. Aveva un buco nello scafo e l'equipaggio, mentre era su di esso, doveva pompare regolarmente l'acqua per tenerlo a galla. Ma Charalambos Manoli, l'uomo d'affari cipriota che possedeva la nave prima che Grechushkin l'acquistasse, afferma che la nave è rimasta ormeggiata a Beirut ed è stata distrutta nell'esplosione di martedì; dice di aver visto il relitto nelle foto del porto distrutto.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

L'esplosione ha suscitato indignazione in Libano contro le autorità che hanno consentito lo stoccaggio della sostanza pericolosa per anni. Prokoshev simpatizza con loro.

È molto brutto che le persone siano morte; non avevano niente a che fare con esso. E mi sono reso conto che è stato il governo del Libano a provocare questa situazione, ha detto.

___

Gli scrittori dell'Associated Press Jim Heintz a Mosca, Menelaos Hadjicostis a Nicosia, Cipro, e Tom Bowker a Maputo, Mozambico, hanno contribuito a questo rapporto.

.

Copyright 2020 The Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.