logo

FOTO AP: Il ritratto di Xi adorna nuove case per i poveri cinesi

Un poster che mostra un'immagine del presidente cinese Xi Jinping è esposto su un muro in una casa di membri del gruppo di minoranza Yi nel villaggio di Xujiashan nella contea di Ganluo, nella provincia del Sichuan della Cina sud-occidentale, il 10 settembre 2020. Il volto sorridente del partito comunista Xi guarda in basso dalle mura di praticamente ogni casa abitata da membri del gruppo di minoranza Yi in un angolo remoto della provincia cinese del Sichuan. Xi ha sostituito l'ex leader Mao Zedong per il posto d'onore nelle nuove case in mattoni e cemento costruite per sostituire le strutture tradizionali fatiscenti nella prefettura autonoma di Liangshan Yi, nel Sichuan, che ospita circa 2 milioni di membri del gruppo. (Andy Wong/Associated Press)

diserbante sicuro per le piante
DiAssociated Press 22 settembre 2020 DiAssociated Press 22 settembre 2020

LIANGSHAN, Cina - Il volto sorridente del leader del Partito Comunista Xi Jinping guarda giù dalle pareti di praticamente ogni casa abitata da membri del gruppo di minoranza Yi in un remoto angolo della provincia cinese del Sichuan.

Xi ha sostituito l'ex leader Mao Zedong per il posto d'onore nelle nuove case in mattoni e cemento costruite per sostituire le strutture tradizionali fatiscenti nella prefettura autonoma di Liangshan Yi, nel Sichuan, che ospita circa 2 milioni di Yi.

Un notevole culto della personalità si è sviluppato intorno a Xi da quando ha assunto il potere nel partito al governo nel 2012. Sono stati distribuiti milioni di libri contenenti i suoi discorsi e una serie di oggetti, dai piatti decorativi ai portachiavi, mostra la sua immagine e quella del suo affascinante cantante militare. moglie, Peng Liyuan, che compare anche in alcuni dei poster appesi nelle case Yi.

La storia della pubblicità continua sotto la pubblicità

I ritratti appesi dei leader cinesi nelle case private sono generalmente diminuiti dai tempi di Mao, quando una percepita mancanza di deferenza nei confronti del leader poteva portare a terribili conseguenze. Un gigantesco ritratto di Mao continua ad essere appeso alla Porta Tiananmen di Pechino.

Per gli Yi, mostrare il ritratto di Xi può essere una scelta decorativa, illuminando le pareti imbiancate mentre mancano altre opzioni, ma continua anche l'assimilazione culturale e politica nella più grande nazione cinese iniziata già dalla dinastia Ming 400 anni fa. Il processo ha subito un'accelerazione sotto il regime comunista, in particolare perché i leader cinesi cercano di imporre un'unica lingua nazionale, il mandarino, nell'istruzione e nella vita pubblica, pur continuando a ritrarre la Cina come una nazione multietnica composta da 56 gruppi, la stragrande maggioranza dei quali è han.

Gli Yi ammontano a 9 milioni di persone, distribuite nelle province di Sichuan, Yunnan e Guizhou nel sud-ovest della Cina, con alcune comunità presenti anche in Vietnam e Thailandia. Parlano una lingua imparentata con il birmano con un proprio sistema di scrittura e praticano tradizionalmente una forma di sciamanesimo, sebbene alcuni siano anche buddisti e cristiani.

Copyright 2020 The Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.